G.S. Borgo a Mozzano

Un passetto fuori dal fango

XVIII°giornata 2018/2019
Borgo a Mozzano – Montuolo Nave 1-0.

Tre punti per il Borgo nella 18esima di campionato giocata tra le mura amiche, avversario di turno il Montuolo.
Inutile dire che la squadra di Borgo a Mozzano era chiamata a gran voce a rispondere a tante delle domande nate dopo il pareggio deludente di Cutigliano. Alcune risposte ci sono state ma manca sempre il tono di voce, quello con il quale il Borgo ci aveva abituato nell’ultima parte dell’anno. Tornerà. Porte girevoli per la rosa biancoceleste, due o tre giocatori tornano a disposizione ed altrettanti sono costretti a guardare dalla tribuna.  Montuolo a nostro avviso molto diverso nei protagonisti rispetto alla partita di andata e non solo nei nomi.
Parte bene il Borgo, come spesso succede ultimamente, prova a costruire gioco palla al piede ma senza dimenticare, forse un po’ troppo, la palla lunga a cercare la punta.  Montuolo che accusa i prima venti minuti concedendo alcune buone occasioni. La partita trova il suo equilibrio in attesa di uno spunto che non tarda ad arrivare: palla recuperata dal Borgo sui 30 metri del Montuolo, Fati riceve palla avvicinandosi sornione al limite dell’area di rigore e con un tiro di sinistro trova l’angolino sul secondo palo dove il portiere concede la resa.
Borgo più attivo del Montuolo e primo tempo che si chiude con il Borgo in vantaggio di una rete.
Il secondo tempo non è calcio ma solo scivolate, palle che ora schizzano ora si fermano nelle pozze: il campo del Comunale chiede pietà, ha resistito per 45 minuti ma nel secondo tempo si arrende e mostra tutte le magagne dei tavoloni del Festival. Il Borgo resiste ma sarebbe riduttivo parlare solo in termini difensivi perché probabilmente il raddoppio non sarebbe stato uno scandalo, anzi.
La squadra di Mister Giusti vince e in termini di carattere convince, ieri non era certamente la giusta aula per sostenere l’esame del buon gioco.
Ottima partita di Diego Di Lorenzo, lotta per due corre per tre, per lui il campo pesante è felicità.

In redazione ci prendiamo la responsabilità, senza averla chiesta, di dedicare la vittoria ad un nostro grande tifoso rosanerobiancoceleste.
Nel momento in cui entravi in campo e lo vedevi lui ti sosteneva sempre, i “ ma” e  i “se” non gli appartenevano, lo faceva punto e basta…ciao Agostino!

Scritto da Mr Fogg

3 commenti a “Un passetto fuori dal fango

  1. Complimenti ai ragazzi, una vera battaglia… Ciao Agostino …

  2. Questo gruppo deve sempre avere la fame della prima giornata in cui è approdato in categoria solo così può portare sul terreno di gioco la forza la qualità e la compattezza di cui in questo anno e mezzo ha fatto vedere in ogni campo . Cerchiamo tutti insieme di riportare tutto ciò sia negli allenamenti che il sabato in partita forza leoni bianco celesti, mi aggrego anche io al saluto del nostro caro amico e tifoso ciao Agostino 😢

  3. Incerottati e sempre malaticci,ma serviva fare risultato e qualcosa di più di nel gioco di sabato passato..N.B.: Siete unici a titolare di chi non gioca,mentre altri fanno una battaglia bel fango…contenti voi..Forza Borgo..!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se stessi con un vestito bianco a un matrimonio e arrivasse un pallone infangato, lo stopperei di petto senza pensarci. Diego Armando Maradona

Io non gioco contro una squadra in particolare. Io gioco per battermi contro l’idea di perdere.Eric Cantona

La palla è rotonda, la partita dura 90 minuti e tutto il resto è solo teoria.Sepp Herberger

Sbaglia i rigori solo chi ha il coraggio di tirarli.Roberto Baggio

Rigore è quando arbitro fischia...Vujadin Boskov