G.S. Borgo a Mozzano

L’applauso finale

foto della rosa

Tre settimane; tante sono servite, alla ricerca di voglia e ispirazione per scrivere queste righe, le ultime della stagione. L’entusiasmo non è a mille nemmeno adesso, ma il cerchio va chiuso e anche il resoconto di questo ultimo atto va immortalato sul sito biancoceleste. Quindi, scusate il ritardo, ma ci siamo ancora.
Intanto, premettiamo, Andrea Ceccherelli, per tutti noi “Il Boccia”, sta bene; il tremendo scontro, gli attimi di terrore in campo, il ricovero, le complicazioni successive e tutto il resto, non sono che un brutto ricordo di quella giornata che, dopo quanto accaduto al nostro amico, non avrebbe mai potuto essere positiva, nemmeno a risultato invertito. Ma ora che il Boccia è di nuovo tra noi, ci rialziamo con lui e guardiamo avanti, pronti a nuove sfide.
Dunque, è andata male; 5 maggio funesto. Il Fornaci ha vinto senza rubare niente ed è legittimamente passato in seconda categoria. Noi abbiamo mille e più attenuanti, ma l’ultimo, determinante sforzo non è bastato. Siamo arrivati in fondo sfiniti, diciamo la verità; da troppo temo decimati, incerottati, adattati per necessità a ruoli e moduli non nostri; tante volte è andata bene, stavolta no.
Ma quell’impegno sempre mostrato, la passione e l’attaccamento sempre massimo alla maglia del Borgo ritrovato, ha avuto comunque una ricompensa non da poco a fine gara; il nostro pubblico, quelli che ci hanno seguito tutto l’anno,  si è riunito nell’angolo estremo della tribuna, quello più vicino agli spogliatoi dove tutti stavamo mestamente rientrando, ci ha chiamato sotto di loro per tributarci un caloroso applauso. Un riconoscimento sincero e spontaneo di chi ci ha voluto bene; di chi in questa stagione si è divertito e emozionato con noi, partiti senza idea di dove saremmo potuti arrivare, e giunti invece a un passo dall’obiettivo più impensato. Quel lungo, commovente applauso di tanti borghigiani, ci ha messi in pace con noi stessi, certamente consapevoli di aver dato l’anima per la causa, ma in quel momento anche felici di essere riusciti a trasmetterlo agli altri; al nostro pubblico. A loro giunga il nostro doveroso ringraziamento per averci sempre seguito e sostenuto, e che sabato si sono superati, volendoci regalare la standing ovation che non ci darà la promozione di categoria, ma ci fa sentire orgogliosi di averci provato insieme a loro.
Emozioni forti, davvero.
Grazie di cuore a tutti

Scritto da Noodles

3 commenti a “L’applauso finale

  1. Un applauso a tutti i tifosi!
    Alla fine credo che con quel gesto ci avete fatto sentire vincitori…moralmente ma vincitori…
    È stato veramente un’applauso da brivido!
    Grandi e Forza Borgo!

  2. Solo applausi..!!! Si,solo un grande applauso merita il G.S.Borgo a mozzano,per questa ottima stagione conclusa con la sconfitta nella finale ma uscita a testa alta,con onore..per qualcuno forse “per molti motivi” è stato felice della sconfitta Borghigiana,ma una felicità risima,ridotta ad un numero che le conti sulle mani..La grande Vittoria è stata la forza del gruppo,dei giocatori dei tifosi che ci hanno accompagnato fino alla finalissima,e qui tutti meritano un 10 in pagella…Ripartiremo dove abbiamo iniziato con più voglia di fare bene,mantenendo lo zoccolo del gruppo,aggregando pedine dove ci possono aiutare in una migliore posizione finale…Società,giocatori,tifosi,Grazie Grazie a tutti e ci vediamo presto al Comunale…sempre Forza Borgo..!!!!

  3. Grazie per aver fatto rinascere una squadra espressione del capoluogo, da fare giocare in categoria. Grazie per aver coinvolto i Ragazzi di Borgo. Grazie per l’impegno. Grazie per averci fatto divertire e sognare. Grazie per averci coinvolto. Grazie per l’impegno che metterete anche nella prossima stagione calcistica. Grazie G.S. Borgo a Mozzano. Grazie Ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Se stessi con un vestito bianco a un matrimonio e arrivasse un pallone infangato, lo stopperei di petto senza pensarci. Diego Armando Maradona

Io non gioco contro una squadra in particolare. Io gioco per battermi contro l’idea di perdere.Eric Cantona

La palla è rotonda, la partita dura 90 minuti e tutto il resto è solo teoria.Sepp Herberger

Sbaglia i rigori solo chi ha il coraggio di tirarli.Roberto Baggio

Rigore è quando arbitro fischia...Vujadin Boskov